• MuseoLab6

Che ne è dell’Olona?

Milano città d’acqua? Tutti pensiamo ai Navigli, ma Milano aveva anche dei fiumi: uno di essi era l’Olona che nasce sotto Campo dei Fiori sopra Varese e si fa strada nella pianura sino a Milano, confluendo nel Lambro Meridionale.


Guido Rosti Cesari, da grande esperto di storie e acque milanesi, nel pdf allegato, narra l’evoluzione dell’Olona nei secoli e dei suoi tentativi di vita, libera, ma sempre ostacolati. Ma il finale della storia riguarda proprio questo nostro tassello di città: è la “sparizione” del fiume nel nostro quartiere e nel Parco Solari, dove fu interrato nel 1932 in occasione della nascita del parco.

Nel corso del ’900 l’espansione della città aveva da prima imposto un nuovo percorso al fiume, poi aveva optato per nasconderlo. Dopo gli anni Cinquanta era del tutto canalizzato e coperto con la realizzazione di piazza De Agostini e delle vie circostanti. Oggi confinato in deviatori e scolmatori è praticamente nascosto alla città. Le tracce dell’Olona possono essere scoperte anche oggi, come vi mostrano le mappe.





E potete intravedere, tra le case di Via Montevideo e via Salaino, il punto sotto cui vi era l’alveo del ramo dell’Olona che andava in Darsena e che prosegue sotto il parco Solari.

Ringraziamo Guido Cesari Rosti sia per le informazioni, sia l'accuratezza dell'indagine storica, scandita da immagini, invitando tutti a leggere.



OLONA - integrato
.pdf
Download PDF • 8.57MB



30 visualizzazioni0 commenti