• MuseoLab6

CGE-ANSALDO

L’Ex fabbrica CGE-Ansaldo, emblema della Milano moderna e protagonista della saga industriale della città della prima parte del Novecento, è la testimonianza più diretta della riconversione terziaria dell’inizio del secondo millennio.


Fondo CGE Milano Veduta esterna officine di Via Bergognone
Fondo CGE Milano Veduta esterna officine di Via Bergognone

L’impianto originario risale al 1904 con l’azienda automobilistica Zust, che passa poi all’AEG-Thomson Houston per poi diventare nel 1921 della CGE (Compagnia Generale di Elettricità), emanazione italiana della General Electric americana. Soltanto nel 1966 essa confluisce nel Gruppo Finmeccanica-Ansaldo.


Fondo CGE Milano Alternatore ad asse verticale da 17000 kVA
Fondo CGE Milano Alternatore ad asse verticale da 17000 kVA

L’area dell’Ansaldo ai primi del ‘900: visibili  la via Tortona a sx e la via Bergognone a dx
L’area dell’Ansaldo ai primi del ‘900: visibili la via Tortona a sx e la via Bergognone a dx

Nel 1986 –con ancora 2350 addetti- lo stabilimento viene chiuso. L’area e gli immobili per ca. 7.000 e rotti mq. viene acquisita di lì a poco, 1989/90, dal Comune di Milano, allora sotto la giunta Pillitteri, con lo specifico vincolo all’utilizzo come servizio culturale. Il primo evento, anticipatore e del 1985, il Prometeo di Luigi Nono, diretto da Claudio Abbado con allestimento dell’ Arca lignea di Renzo Piano e testi di Massimo Cacciari. I socialisti, Craxi imperante, ne fanno nell’89 la sede del loro 45° congresso, erigendo la Piramide telematica ideata da Filippo Panseca.


Nel 1993 arriva La Scala, allora disseminata con i suoi laboratori un po’ in tutta la città, e occupa sette delle officine interne per installarvi i suoi laboratori di produzione teatrale.

La giunta Albertini, succeduta a quelle di Borghini e Formentini, bandisce nel 1999 un concorso internazionale di progettazione per la realizzazione di un polo museale per consolidare le funzioni dell’Area Ansaldo: l’idea è di dare vita a una “cittadella della cultura”.


Ma nel frattempo, a tappe concitate, la trasformazione del Quartiere Tortona Solari è inarrestabile: nel 2001 Armani stabilisce in via Bergognone il suo quartier generale e nel 2002 viene inaugurato il Primo Fuori Salone Design Week. L’ Ex CGE-Ansaldo diventa l’epicentro di una trasformazione antropologica e urbanistica senza precedenti.



30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti