top of page
  • Immagine del redattoreMuseoLab6

Giambellino "Mon Amour"




Sabato 29 aprile, nonostante l’umido e uggioso tempo, noi di MuseoLab6 abbiamo partecipato al Giambellino alla pulizia dei giardini di via Odazio.

Il giovane consigliere di Municipio 6, Nico Orlando, tempo addietro aveva segnalato proprio a Museolab6 che residenti e abitanti lamentavano lo stato di abbandono di rifiuti e ciò ci ha spinti, insieme ad altri soggetti del privato sociale, ad organizzare una bella ripulita.


Non eravamo infatti soli: con noi gli Angeli del Bello con l’infaticabile Simone Lunghi e il suo team, alcuni volontari del ristorante solidale Ruben (Fondazione Pellegrini), un nutrito gruppo di scout e tanti altri, donne, bimbi, anziani e giovani.


Insomma, alla fine dei lavori i giardini avevano un altro aspetto, tanto da indurci a rimarcare l’evento con un omaggio al genius loci: un sintetico ricordo della vocazione industriale d’antan, rievocando l’avventura delle famose Officine Elettromeccaniche Tallero (dalla sopraelevata dell’Esposizione Universale del 1906 alle forniture fino a metà anni’50 per i mezzi urbani di Milano, Ferrovie italiane e delle Nord). Oggi la ex Tallero ospita il grande deposito ATM di bus e ATM, alla quale siamo grati per la collaborazione, ha inteso sottolineare la sua prospettiva ecologica - progressiva elettrificazione dei mezzi - rivestendo la parete del deposito su via Giambellino di una verde e rigogliosa vegetazione.


Atm, una parete verde al deposito Giambellino
Atm, una parete verde al deposito Giambellino

Un vero e proprio muro di verde verticale i cui benefici sono stati illustrati da Simone Lunghi, citando la relazione preparata da Museolab6 distribuita a tutti i partecipanti, e portandoli poi a ragionare sull'importanza di conservare l'ecosistema verde cittadino a favore delle future generazioni.


Questi eventi, oltre a fornire nella sostanza un valido contributo alla qualità della vita di quartiere, fanno emergere un grande desiderio di aggregazione e di solidarietà che ogni volta ci sorprende entusiasmandoci.


Fondamentale la conclusione col picnic offerto dalla Fondazione Pellegrini, e la consueta inappuntabile assistenza di AMSA, partner tecnico, che ha fornito pale, rastrelli, scope e tutto il necessario per il lavoro.

52 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page