• MuseoLab6

IL QUARTIERE TORTONA SOLARI

Aggiornato il: apr 14

Un libro “d’autore" che nasce e cresce insieme all'impegno

dell'Associazione culturale Museolab6


Il “Quartiere Tortona Solari” ha uno straordinario passato e una forte identità: da quartiere industriale, nato attorno alla stazione e la ferrovia di Porta Genova, trasformato in un emblema della Milano contemporanea. La zona si è rinnovata partendo da alcuni sorprendenti e significativi interventi di recupero creativo delle fabbriche come la Riva Calzoni, la Richard Ginori e il complesso dell'Ex-CGE-Ansaldo di via Bergognone, stabilimento che per altro il Comune di Milano, con lungimiranza, aveva acquisito negli anni ‘90, avviandolo verso una sua nuova vita. Una riconversione e un nuovo utilizzo di un patrimonio culturale industriale grazie all'interesse estetico e produttivo delle nuove avanguardie professionali: fotografi, architetti, pubblicitari, consulenti aziendali, stilisti, designers. E in questo quartiere-fabbrica, scena della produzione non più materiale ma immateriale, si è aggiunto poi l’effetto del Fuorisalone, generando la crescita di un vero e proprio distretto culturale con il Museo delle Culture, MUDEC, Base Milano Ex-CGE-Ansaldo, il Silos Armani e i Laboratori della Scala.

Tuttavia la grande parte della storia di questo contesto urbano nonostante l’attuale notorietà, dovuta anche all’interesse della stampa e dell’editoria, in un certo modo è rimasta in "ombra”, non solo per una carenza di "storiografia di archivio", ma anche perché una restituzione narrativa della vicenda urbanistica ed economica doveva necessariamente tenere conto della vita delle persone che hanno lavorato, creato impresa e abitato questa parte di città: una sorta di patrimonio culturale "immateriale" accumulato e sedimentato nelle vie del quartiere da re-interpretare.

Questo libro di Roberto Monelli ha cercato, con uno scavo quasi archeologico, di illuminare le tracce e le stratificazioni di storie e memorie, configurando una straordinaria e unica guida per abitanti, cittadini e visitatori, declinata con itinerari che ripercorrono le strade del quartiere. A lui si deve la sorprendente e felice capacità esplorativa che attraverso una ricerca meticolosa e un’attentissima disamina di archivi e testimonianze di ieri e di oggi ha potuto restituire da preziose pagine e informazioni di questo libro, un vero e unico ritratto fedele e cronachistico della nascita e continua trasformazione dell’ambito Tortona-Solari. Ma la sua ricercata opera non è limitata ai confini di un quartiere; attraverso di essa è possibile scorgere e individuare la sottile trama e sviluppo della storia socio-economica della nostra città, Milano, fino a intravedere, quasi in filigrana, quella del nostro Paese. Ma esiste un’altra ragione per motivare come e perché questo libro sia "diverso e unico" da altre iniziative editoriali. L’architetto Roberto Monelli è socio fondatore dell'Associazione Museolab6 e la sua narrazione è nata e cresciuta con le idee e le iniziative partecipative realizzate in questi anni dall'Associazione.

Museolab6 è una libera associazione culturale, creata nel 2012, per favorire il protagonismo di abitanti e cittadini nella conoscenza, valorizzazione e fruizione consapevole del patrimonio culturale e sociale della città. L'associazione, in questi anni, ha realizzato, spesso con istituzioni e altri attori del territorio, un intenso programma di iniziative e progetti culturali, come passeggiate conoscitive, eventi per una restituzione collettiva di storie e memorie, la produzione di video, la cura di laboratori partecipativi con gli abitanti per informare e ascoltare le loro esigenze e le idee in relazione ai grandi progetti urbanistici contemporanei programmati nella zona sud di Milano.

Il libro dunque si avvale anche di un lungo lavoro collettivo e di confronto tra i soci della nostra Associazione, che ha consentito sia di re-interpretare con abitanti e con i cittadini la memoria storica, sia di registrare un feedback dell’impatto sociale dei cambiamenti e delle evoluzioni in essere del quartiere per le persone che lo abitano e lo vivono. Il contenuto così raccolto può essere propedeutico al più grande progetto di fare del QTS un museo “all’aria aperta”, dove visitatori, residenti e city users potranno rendersi consapevoli della storia e delle trasformazioni avvenute. Si tratta quindi di una “restituzione” alla collettività che intende in tal modo stimolare e saldare, nel cittadino e nell’osservatore, il coefficiente di memoria a quello di conoscenza dell’attualità.

Il libro ha poi un paragrafo finale che apre al futuro, curato da Anelisa Ricci, Presidente Museolab6, con lo sguardo agli interventi che torneranno ancora a cambiare questa parte di città. Il domani apre un’opportunità di una nuova qualità urbana, sia per l’accessibilità creata dalla nuova metropolitana M4, sia in relazione alla futura dismissione della Stazione di Porta Genova e dello scalo di San Cristoforo, un’area urbana strategica per riconnettere le relazioni di parti di città separate e per rigenerare e ricucire luoghi, oggi interclusi, con criteri di sostenibilità.


Associazione Museolab6 con i suoi soci fondatori: Dina Bara, Francesco De Muro, Jayme Fadda, Angela Galli, Raimondo Grillo Spina, Roberto Monelli, Viviane Raes, Anelisa Ricci.

Disegni di Andrea Rui




34 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti